I DUE ALBERI MAMMUT BAOBAB DI MALLES VENOSTA E LA GRANDE NONNA QUERCIA DI CASTELVETRO PIACENTINO.

     Gli amici e gli occasionali lettori dei miei blog conoscono già la storia dei due alberi Mammut-Baobab di Malles Venosta (BZ).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             Di loro oggi mi limiterò a ricordare che furono messi a dimora il 18 agosto 1830, lo stesso giorno della nascita di Francesco Giuseppe I che diventò Imperatore d’Austria  e che proprio ieri mi sono recato nella sede del Comune per salutare in amicizia e ringraziare il giovane ed attento Sindaco di questa stupenda cittadina per come ha saputo far trasformare il luogo dove si trovano questi due preziosissimi alberi rendendolo degno della loro presenza e fruibile, già adesso, ma molto di più quando saranno terminati gli ultimi lavori logistici, sia dai cittadini, che già apprezzano, che dagli ospiti che visitano questa ridente vallata annualmente.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 Prometto che ne farò un ampio resoconto, con moltissime foto, a settembre al rientro al mio domicilio.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 Oggi, invece, voglio parlare di un altro albero secolare, la “GRANDE NONNA QUERCIA” di Castelvetro Piacentino della quale, qualche tempo fa, ero venuto casualmente a conoscenza quando qualcuno, in sede locale, aveva avuto la “brillante idea” di abbatterla per fare spazio ad una inutile, salvo che agli speculatori interessati, bretella autostradale con ponte.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Si mobilitarono subito alcuni giovani e meno giovani cittadini della zona ed anch’io aggiunsi la mia firma alla loro petizione tendente ad evitare quello scempio, quello che sarebbe stato, se realizzato, un vero delitto a danno della natura, della comunità e di quello che, a mio avviso, è un monumento naturalistico da custodire e preservare per le generazioni future.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Fu coinvolta la stampa locale e nazionale, fu creato un ampio comitato attivissimo, per alcuni giorni e notti i  più giovani hanno sostato e dormito nelle tende sotto le sue ricche chiome protettive                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      

e, quando meno me l’aspettavo, verso metà luglio, ho ricevuto una email dal comitato, firmata GIOIOSAMENTE “NONNA GRANDE QUERCIA” con la quale venivo informato che era viva e vegeta e mi invitata alla festa derivante da tale notizia ma alla quale, purtroppo, non ho potuto fisicamente partecipare perchè lontano, trovandomi proprio in Alto Adige nella sede dei due grandi alberi Mammut-Baobab secolari.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  Ho promesso, però, che a settembre spero di poterla andare a trovare per abbracciarla come fanno nella foto i due simpatici rocchettari Omar e Franco che, il giorno della festa, hanno suonato gratuitamente per lei e per la gioia di tutti i presenti.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

     Come spero di fare io, sarebbe veramente bello se tra chi legge, trovandosi a passare da Castelvetro Piacentino o andandoci di proposito se abita in zona viciniore,  sostasse qualche minuto per informarsi, fotografare la grande Quercia ed avesse anche la possibilità di firmare un apposito registro degli ospiti ( mi permetto di suggerirne l’istituzione)  esattamente come facciamo qui in montagna dove su ogni cima, ogni spitz, è posta una croce con alla base un contenitore metallico che contiene un registro dove è possibile lasciare il proprio nome e cognome ed il luogo di provenienza. Sarebbe un bel segno d’amicizia e d’amore per questa bellissima e combattiva Nonna Quercia alla quale auguriamo ancora lunga vita per dare ombra ai passanti nelle giornate afose e per ospitare ancora tanti nidi e tanti piccoli animali sui propri rami.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Mi piacerebbe che gli amici del Comitato ai quali avevo promesso questo post, che scrivo con molto ritardo e me ne scuso, lo completassero con un commento che aggiungesse notizie sulla festa organizzata e sulla partecipazione impegnandomi anche ad aggiungere a margine eventuali foto che mi pervenissero.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        E’ per me sempre cosa molto gradevole poter manifestare interesse ed amore per la Natura e per i doni che ci regala nostra “Madre terra”.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               CIAO A TUTTI ED UN IDEALE ABBRACCIO, IN ATTESA DI POTERLO FARE DI PERSONA, ALLA “NONNA GRANDE QUERCIA”!!!

         

                                                (La possente struttura della grande Nonna Quercia che fa la guardia all’oasi naturalistica)

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • madapo  Il 15/08/2011 alle 11:48

    In attesa del resoconto e delle fotografie dei Mammut Baobab di Malles (sono prorprio curioso del lavoro svolto), ti faccio i complimenti perché sò che senza di te nessuno si sarebbe mosso per la salvaguardia degli alberelli, ed a tutti coloro che si sono mobilitati.
    Sono stato un pò assente ed ora ti auguro un buon ferragosto.
    Mario

    • barbatustirolese  Il 15/08/2011 alle 20:20

      Ciao,Mario. Ora il sito è una vera bellezza e sarà ancora più bello esteticamente quando in autunno saranno messi a dimora accanto ai due mammut tanti alberi da frutto e tante panchine per rendere ancora più fruibile lo spazio ai bambini, alle mamme, alle nonne ed ai nonni ed a tutti coloro che desidereranno riposare leggendo un buon libro o un giornale. Già adesso, in mancanza delle panchine le mamme si siedono sul perimetro della fontana che riproduce un antico abbeveratoio per gli animali. La cosa più importante è che quello spazio è stato ripulito e che non si possono più posteggiare le auto. Stiamo studiando anche l’opportunità, anche se sappiamo che non sarà facile, di chiudere completamente il centro di Malles al traffico veicolare. Infatti, la lunghezza dei due assi cittadini, nord-sud, est-ovest non superano rispettivamente i 1000metri. Una distanza ridicola da percorrere a piedi.
      Buon ferragosto anche a te ed a presto.

  • luisaghi  Il 06/08/2011 alle 20:50

    Già. grande è la soddisfazione per l’obiettivo raggiunto dal momento che anch’io avevo partecipato alla raccolta di firme. L’esperienza di abbracciare un albero, specie qualdo lo si fa in assenza di spettatori, è impagabile e come per incanto ci si trova a parlare con la tua pianta quasi fosse in grado di ascoltare i pensieri che col contatto fisico cominciano a nascere e piacevolmente ti inducono emozioni e sentimenti che mai avresti immaginato potessero essere evocati da un albero. Per vivere questa esperienza particolare la guardiacaccia Cristina Rovelli, che opera in Valsassina, ci ha portato nel cuore di un bosco e dopo averci fatto scegliere due alberi ciascuno con i quali ” stabilire il contatto” ha atteso pazientemente che tutti finissero di ” parlare ” a queste creature dopo di che liberamente ognuno di noi ha esternato i propri pensieri e tutti abbiamo condiviso le emozioni provate. All’inizio ero scettica, ma poi è scattato qualcosa mentre abbracciavo stretta quel tronco di acero e sentivo nascere il bisogno di parlargli…Bellissima esperienza che invito tutti a fare

    • barbatustirolese  Il 06/08/2011 alle 21:35

      Grazie Luisa sia per aver contribuito alla raccolta delle firme sulle petizione e sia per questa testimonianza personale. Proposta: e se a settembre organizzassimo una piccola spedizione a Castelvetro Piacentino per abbracciare la Grande Nonna Quercia? Da BG impieghiamo meno di 2 ore in auto. Pensaci e parlane con gli altri amici firmatari della petizione. Mal che vada, ci andremo tu ed io da soli! Lo proporrò a Simone, juno dei ragazzi del Comitato. E’ una cosa che mi stimola molto!
      Ciao e buona continuazione d’estate. Bellissime le tue foto!

  • Mi....semplicemente  Il 06/08/2011 alle 15:32

    già……ricordo queste maestose piante….buon proseguimento di vacanza ed un saluto a spillo ^_^

Trackback

  • Rhymia8 su 22/07/2012 alle 05:50

    Leebox8…

    Great blog post, saw on…

  • Skyzz8 su 21/07/2012 alle 07:23

    Fivezone8…

    Great blog post, saw on…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: