Quaderni socialisti

Tempo di Spending Review, ossia revisione delle spese del Governo.

E per l’incarico, Mario Monti ha designato Enrico Bondi , esperto (così si legge) in risanamento di grandi imprese, dalla Montedison alla Parmalat.

Ma, accanto alle notizie riguardo ai tempi stretti con i quali il nuovo commissario straordinario dovrà agire  (entro 15 giorni dalla nomina, prevista la presentazione di un cronoprogramma alla presidenza del Consiglio), ecco spuntare la “macchia” che in queste ore sta facendo il giro del web:

Monti assume Bondi che aveva assunto suo figlio (in Parmalat).
Leggiamo da Dagospia:

Padri e figli, tecnici e consulenti, spending review e i soliti incroci delle famiglie che contano (i miliardi di euro): nemmeno il tempo di sedersi sulla nuova poltrona di commissario per i tagli agli acquisti di beni e servizi nella Pubblica amministrazione ed ecco che arriva il primo spiffero maligno su Enrico Bondi.

View original post 200 altre parole

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: