Archivi del mese: Maggio 2012

Quaderni socialisti

L’elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche.
1 – La strategia della distrazione. L’elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche utilizzando la tecnica del diluvio o dell’inondazione di distrazioni continue e di informazioni insignificanti.
La strategia della distrazione è anche indispensabile per evitare l’interesse del pubblico verso le conoscenze essenziali nel campo della scienza, dell’economia, della psicologia, della neurobiologia e della cibernetica. “Sviare l’attenzione del pubblico dai veri problemi sociali, tenerla imprigionata da temi senza vera importanza. Tenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza dargli tempo per pensare, sempre di ritorno verso la fattoria come gli altri animali (citato nel testo “Armi silenziose per guerre tranquille”).

View original post 734 altre parole

Uomini col maglioncino

Uomini col maglioncino.

Maledetti mafiosi o chi diavolo siete, non vincerete mai!

Maledetti mafiosi o chi diavolo siete, non vincerete mai!.

Carne da macello

Carne da macello.

Concorso nazionale a premi per tesi di laurea in diritto ambientale.

Concorso nazionale a premi per tesi di laurea in diritto ambientale..

Arcipelago della Maddalena: parco nazionale o parco boe?

Arcipelago della Maddalena: parco nazionale o parco boe?.

Esercito, il viatico della paura

Esercito, il viatico della paura.

Quaderni socialisti

Ho cercato notizie su quello che oggi è successo a Francoforte. Niente da nessuna parte, Ansa, Repubblica,altri giornali online. Niente! L’informazione in Italia è un ossimoro. Che schifo!

Frankfurt: 150 Demonstranten verhaftet

17. Mai 2012, 20:07
  • Artikelbild
    foto: apa/epa/becker

Polizei löst friedlichen Protest gegen Versammlungsverbot auf

Frankfurt am Main – Mehr als 1.000 Menschen haben am Donnerstag in Frankfurt friedlich gegen ein Versammlungsverbot und gegen die Politik in der Euro-Schuldenkrise demonstriert. Die Polizei nahm nach eigenen Angaben jedoch 150 Teilnehmer einer Kundgebung im Universitätsviertel vorläufig in Gewahrsam, da sie gegen das von der Stadt erlassene Demonstrationsverbot verstoßen hätten. Auch die Teilnehmer von zwei weiteren Kundgebungen seien aufgefordert worden, ihre Versammlungsorte in der Innenstadt und am Hauptbahnhof zu verlassen.

  • MEHR ZUM THEMA
  • Frankfurt:ab 49,00€. Jetzt buchen auf flyniki.com
  • Euro:mPAY24 – Die Online-Zahlungslösung
  • Werbung

Die Stadt hatte das mittlerweile von Gerichten bestätigte Verbot mit der Sorge vor gewaltsamen Ausschreitungen begründet, nachdem es bei…

View original post 80 altre parole

Albergo a ore Europa

Albergo a ore Europa.

Quaderni socialisti

 

“A partire da domani lei è sospeso dal lavoro con ricorso alla cassa integrazione guadagni…”                                        Così recitava la lettera che Marcello Marchesi ricevette da parte della sua azienda, una delle tante in crisi della martoriata provincia di Napoli. È in questo modo, crudo, che apprende che dovrà rimanere a casa, ma all’epoca non sa che lo dovrà fare esattamente per centoquattordici giorni. È da questo punto che si snodano due strade… due viaggi fatti nel segno della lotta pura, uno per rivendicare i propri diritti, l’altro per sconfiggere le proprie paure. Durante quest’ultimo incontrerà tanti personaggi che albergano nella sua memoria, essi lo accompagneranno fin dove le due strade si intersecano..

Antonio Capolongo ci ha inviato il suo secondo libro per i tipi della società editrice Arduino Sacco editore, dal titolo “Cassa integrazione guadagni… la mia è straordinaria” Auguri all’autore che ci ha voluto onorare partecipandoci l’evento che condividiamo…

View original post 6 altre parole

Nuova protezione civile: c’è il terremoto? Cazzi vostri

Nuova protezione civile: c’è il terremoto? Cazzi vostri.

NEUROTEOLOGIA (Gustavo Adolfo Rol)

NEUROTEOLOGIA (Gustavo Adolfo Rol).

Anna : prostor

DLOUHO JSEM NEUDĚLALA NĚKOMU RADOST. 
Doufám že dnes se mně to konečně podaří, že to co jsem mívala já, když jsem byla mladá tak moc ráda, že přinese radost i vám všem kteří si přicházíte, buďto se mnou popovídat, nebo si přečíst mé, převážně kritické a kontroverzní články. Vím nechce se vám neustále něco řešit, ve svém volném čase, ve chvílích odpočinku, tak se dnes se mnou podívejte na to, co jsem mívala tak moc ráda, když jsem byla mladší a moje nožky nebyly ještě tak dřevěné, měla jsem moc ráda tanec a všude, kam jsem se podívala, jsem se nějaký naučila. Dnes moc málo lidí ví že náš nejhezčí a  nejoblíbenější tanec je Česká polka, moc ráda jsem ji tančila a velkou radost mě dělalo když za mnou vlála sukénka. Mám moc ráda České lidové zvyky, tu krásu krojů a svateb na Moravě, Jihočeské dudácké, písničky, a krása našich…

View original post 23 altre parole

Tuvixeddu, fioriere di pietrame e cemento sulle tombe.

Tuvixeddu, fioriere di pietrame e cemento sulle tombe..

IL CANTO DEL MERLO

IL CANTO DEL MERLO.

Sequestro amministrativo della vita

Sequestro amministrativo della vita.

Elenatorresani

Ricevo da Cerchi D’Acqua gli ultimi dati sulla violenza contro le donne secondo le rilevazioni dei Centri Antiviolenza e delle Case aderenti alla Dire (Associazione Nazionale Donne in Rete contro la violenza): niente di nuovo, ma è il caso di porre ancora l’accento sull’identità del “nemico”.
Gli autori dei reati contro le donne risultano essere infatti i partner nel 64% dei casi, gli ex nel 20%, famigliari nell’8%, conoscenti nel 6% e estranei solo nel 2%.
Quando leggo questi dati – ogni santissima volta che lo faccio – penso con rabbia ai tagli (reali) alle politiche sociali e agli investimenti (reali o paventati) nelle politiche per la “sicurezza”.
La sicurezza delle donne non è un tema di cui crucciarsi, oppure diventa un tema solamente quando il pericolo è per strada, in agguato nelle cattive intenzioni di un predatore sconosciuto e magari extracomunitario o disadattato? Queste immagini hanno un…

View original post 183 altre parole

L’irresistibile desiderio di terrorismo

L’irresistibile desiderio di terrorismo.

Quaderni socialisti

Il fucile d’assalto ARX-160 al Turkmenistan – Foto: ©armiespy.com

Quasi 127 milioni di armamenti per la “dittatura monopartitica” del Turkmenistan (tra cui elicotteri per uso militare, fucili d’assalto, lanciagranate e pistole della ditta Beretta già consegnati); oltre 99 milioni di euro di armi alla Russia, di cui si sa solo di 10 autocarri protetti Iveco; una nave d’assalto anfibia dal 416 milioni di euro all’Algeria; “prestazione di servizi” da parte del Ministero della Difesa alle Forze armate egiziane nel pieno delle rivolte popolari e oltre 30 milioni di armi destinate al “regime autoritario” del Gabon. Sono solo alcune delle esportazioni autorizzate dal governo Berlusconi nel 2011 sulle quali il rapporto del Consigliere militare del presidente Monti ha steso un velo di silenzio. Ma che si scoprono spulciando le oltre 2500 pagine dell’intera Relazione consegnata al Senato l’8 maggio scorso che Unimondo presenta qui in anteprima. Andiamo con ordine.

Il…

View original post 94 altre parole

Recessione e repressione

Recessione e repressione.

Così Prodi e Ciampi truccarono i conti per entrare nell’euro

Così Prodi e Ciampi truccarono i conti per entrare nell’euro.

Quaderni socialisti

Un agghiacciante documento è diventato di pubblico dominio in queste ore, grazie al coraggio e alla determinazione di Horacio Verbitsky, un giornalista e scrittore argentino già noto per altri libri di denuncia del passato golpista del paese sudamericano.

Pubblicata su Il Fatto Quotidiano e già rilanciata in rete da molti blog, oggi la sua circostanziata denuncia lascia letteralmente senza fiato perché rende pubblico senza perifrasi un documento rinvenuto nell’archivio della Conferenza episcopale argentina, protocollato con il n. 10949, che dimostra il sostanziale accordo tra il dittatore argentino Jorge Videla, capo della giunta golpista, e la gerarchia cattolica durante il pontificato di quel Giovanni Paolo II – ‘beato subito’ – già noto per il cordiale incontro con il dittatore AugustoPinochet, su cui in seguito sono state raccontate clamorose bugie da parte dell’Osservatore Romano che parlò di una specie di ‘trappola mediatica’ perpetrata dal dittatore ai danni del…

View original post 1 altra parola

Quaderni socialisti

 

Il patriarca Francesco Moraglia

VENEZIA – Ancora un monito del patriarca sulla crisi: «O passiamo al capitalismo sociale o arriveremo all’implosione del sistema» ha detto oggi monsignor Francesco Moraglia, analizzando con preoccupazione la crisi dell’economia aprendo l’incontro dei laici credenti del Nordest.

«Non ci sono ricette capaci di risolvere i problemi: o riusciamo a ripensare l’economia mettendo al centro l’uomo e l’idea di profitti sociali oppure una parte di mondo sempre più ricca ed una sempre più povera porteranno alla rivoluzione», ha osservato il patriarca, citando il caso della Grecia.

Il prelato ha sottolineato la «fragilità di popoli e continenti» sia in Africa che in Asia, dimenticati e messi ai margini. «I nostri politici, anche al di là della loro stessa volontà – ha proseguito – non sembrano avere in mano gli strumenti necessari se non ripensano completamente al sistema. Il compito della politica è di garantire la giustizia

View original post 21 altre parole

L’Europa dei muri

L’Europa dei muri.

Un finanziamento – più o meno pubblico – e una sigaretta non si rifiutano mai a nessuno!

Un finanziamento – più o meno pubblico – e una sigaretta non si rifiutano mai a nessuno!.