Quaderni socialisti

Animali in viaggio, sì: ma in questo caso dal “suo” canile – “non a norma coi requisiti di legge” – verso “altre strutture rifugio”. Solo tre giorni fa una raggiante Michela Vittoria Brambilla, dopo avere gioito per la chiusura dell’allevamento-lager Green Hill, esultava a bordo di un Frecciarossa con l’ad delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti per l’accordo che permetterà agli animali di viaggiare sui treni ad alta velocità. Adesso per l’ex ministro del Turismo, ultra-animalista, rappresentante della Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente, arriva la beffa.
Il Comune di Lecco ha stabilito che il canile municipale – gestito da dieci anni dalla Brambilla attraverso la sua Leida (Lega italiana per la difesa degli animali; prima si chiamava Lida) – non potrà più accogliere gli oltre 150 cani che sono ospitati: troppo vecchio, troppo angusto e insicuro, insomma, non a norma con la legge della Regione Lombardia. La lettera…

View original post 22 altre parole

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: