Il simplicissimus

La Costituzione dovrebbe essere la legge fondamentale della Repubblica, qualcosa da cui trarre ispirazione oltre che senso della comunità nazionale. E’ invece diventata oggetto di un brigantaggio politico sguaiato e arrogante che  a seconda delle proprie convenienze ne fa la una sacrale e intoccabile foglia di fico per nascondere le vergogne della Repubblica, oppure un testo che può essere cambiato a piacimento quando deve servire alla sopravvivenza della casta politica.

L’ipocrisia dei partiti, degli apparti e dei capi bastone o delle alte cariche è talmente densa che a volte scopre il gioco e appare in tutta la sua miseria. Come ieri sera a Genova quando la Bindi, incalzata dalle domande sui matrimoni omosessuali, si è persino abbandonata a una battuta  da pretessa, dicendo all’interlocutore di Sel che i gay dovrebbero inventarsi un loro istituto. Peccato, una caduta di gusto e di intelligenza così grave che quasi quasi fa il paio con…

View original post 339 altre parole

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: