il Simplicissimus

E così è arrivato l’atto finale del ventennio: il ritiro ufficiale di Berlusconi per l’impossibilità di continuare l’impari lotta contro la soverchiante potenza dei sondaggi (quelli veri, non quelli fatti per la pubblicazione). Il riecheggiare  della prosa badogliana viene proprio a puntino perché l’Italia che lascia, dopo tanti miracoli e contratti è come quella uscita da una guerra perduta su tutti i fronti: un cumulo di macerie materiali e morali, un Paese ormai marginale (proprio ieri la borsa di Milano è stata declassata a piccolo mercato locale), governato di fatto come una colonia, confuso e corrotto.

Ma non è un 25 luglio, nè un 25 aprile, qualcosa che lascia spazio alla speranza di un riscatto: i veleni immessi nella società italiana durante tanti anni continuano ad operare e impediscono la creazione e la nascita di una reale alternativa a ciò che è stato il berlusconismo: una vulgata del liberismo da…

View original post 303 altre parole

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • Rebecca Antolini Pif  Il 25/10/2012 alle 16:29

    Vediamo cosa succede.. fin ora non ci credo proprio… Pif

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: