il Simplicissimus

E’ un bene che esista Marchionne. Se non ci fosse lui i vizi, le miserie, la mediocrità e la mascalzonaggine della classe dirigente italiana avrebbero bisogno di molti personaggi per essere rappresentati: ci vorrebbero il bugiardo assoluto, il ricattatore, l’infido, il vigliacco, l’ottuso, il prepotente, il golpista, l’inadeguato, ognuno preso per la grossolana purezza  di una di queste caratteristiche. Non che mancherebbero i soggetti, anzi ci  sarebbe solo l’imbarazzo della scelta, però verrebbe meno quella sintesi esemplare che non soltanto fa da bignami nell’esplorazione della lotta di classe al contrario cui stiamo assistendo, ma illumina una caratteristica essenziale delle “virtù” elencate prima: non si tratta solo difetti personali, ma il prodotto di un universo sociale ed economico che li esige e li presuppone.

Quello stesso universo che si sintonizza sul multiforme manager e fa finta di credere alle menzogne più clamorose come quella della Fabbrica Italia, tesse l’elenco degli errori…

View original post 328 altre parole

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: