Il simplicissimus

abbe44cb7bHa ragione mille volte Ingroia: la sentenza della Consulta che stabilisce la distruzione delle intercettazioni delle telefonate fra Napolitano e Mancino è tutta politica. Anzi per parlare chiaro fa essa stessa parte della trattativa Stato – mafia e della segretezza, della inconfessabilità che l’accompagna. Il fatto stesso che la Corte Costituzionale abbia appoggiato la sua decisione sull’articolo 271 del codice di procedura penale, mostra chiaramente la strumentalità della sentenza.

Non sono un costituzionalista o un giurista e ed anzi devo confessare che il linguaggio leguleio mi suscita una irrefrenabile ilarità, tanto che in un’occasione sono stato redarguito e minacciato di arresto in aula. Però tento di fare un ragionamento da uomo della strada dotato di un minimo di raziocinio e soprattutto di onestà, materia ormai carente ad ogni livello. Cosa dice l’articolo 271 cpp?  “Non possono essere utilizzate  le intercettazioni relative a conversazioni o comunicazioni delle persone indicate nell’articolo…

View original post 388 altre parole

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: