Il simplicissimus

img_2193Anna Lombroso per il Simplicissimus

Per lungo tempo abbiamo pensato che dagli interstizi che fendevano la superficie liscia bel lustrata dell’ordine formale che volevano far regnare da noi, lampeggiassero inquietanti i riverberi di una specie di potere astratto e impersonale, algido e tuttavia feroce.
Quello sono le imperscrutabili fattezze dei mandanti: gli italiani sono abitudinari, finiscono per assuefarsi al ripresentarsi di regimi e dispotismi tipici come lo sono gli stereotipi che ci accompagnano. Siamo un paese tragico nonostante le nostre maschere siano comiche..ed anche i nostri tiranni, si presentano magari in doppio petto e poi si sbracciano nelle giubbe più odiosamente ridicole e più oscenamente sgangherate, oltraggiando noi e dileggiando la gobba dei loro rigoletti o irridendo la statura dei loro nani. Direbbe Revelli che siamo passati dal potere del canto, quello delle sirene d’allarme, spacciate per salvifiche, al canto del potere, disarmonico, remoto eppure invasivo, crudele fino alla dissipazione…

View original post 744 altre parole

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: