Il simplicissimus

asiniPeccato che Bersani e il gruppo dirigente del Pd non leggano il Washington Post o i paper del Fmi e preferiscano rilasciare interviste ginocchioni al Wall Street Journal e al Financial Time per asseverare la loro fedeltà assoluta al verbo della troika: se avessero la buona grazia di informarsi su ciò che sostengono tra le righe e le rughe della loro agenda, farebbero delle inquietanti scoperte. Dopo che il capo economista del Fmi, Olivier Blanchard ha fatto mea culpa e ha ammesso di aver sbagliato i calcoli riguardo all’austerity, sono successe alcune cose di cui in Italia non si parla.

E’ accaduto infatti che alcuni funzionari del fondo monetario internazionale, abituati a fare i maestrini supponenti, ma costretti in questo caso a indossare il cappello dell’asino, hanno detto che gli errori materiai nel calcolo delle conseguenze dell’austerity sono stati dovuti alle forti pressioni che arrivavano da Bruxelles, ma in particolare…

View original post 320 altre parole

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: