Monthly Archives: giugno 2013

COPERTO CON TELONI IL GHIACCIAIO RODANO!

profumo di donna

(Fonte  e Foto ANSA)

glacier

 

 

 

 

 

     Per proteggerlo dai raggi del sole e per preservarne al massimo la sua integrità, il ghiacciaio  Rodano, sulle Alpi svizzere, è stato completamente foderato con pesanti teloni.

     Rhone Glacier protected by blankets

     Le immagini sono abbastanza eloquenti per potere condividere l’iniziativa degli Svizzeri per proteggere il proprio patrimonio naturalistico.

Rhone Glacier protected by blankets

                                 (Un ricercatore in una galleria del ghiacciaio  Rodano)

 Sull’altro versante del Similaun, quello italiano, invece, in Alto Adige, alcuni sindaci invece di difendere la natura la violentano, la stuprano, in pieno Parco Nazionale dello Stelvio, con la costruzione dell’ennesima centrale idroelettrica SULL’ULTIMO FIUME rimasto intatto che nasce e scorre liberamente in Svizzera, ed appena varca la frontiera percorrendo gli ultimi suoi 8 chilometri in territorio italiano prima di confluire nell’Adige, sarà INTUBATO…

View original post 407 altre parole

Annunci

CREARE UNA VITA STRAORDINARIA (CREATING AN EXTRAORDINARY LIFE)

MEDIOBANCA: ITALIA VERSO LA BANCAROTTA, RISCHIO CIPRO

Quaderni socialisti

 

Conto alla rovescia, allarme rosso firmato Mediobanca: l’Italia si avvicina rapidamente alla bancarotta, perché oggi il contesto macroeconomico «sta colpendo l’ italiana più pesantemente». Aggravante fondamentale, l’euro: a differenza del ’92, quando il debito era denominato in lire, oggi il nostro paese «non può più contare sulla leva della sVisualizza altro

View original post

Traditori della Patria!…

La schiavitù incosciente!… (Slavery unconscious! …)

Monti ammette :”Ho rovinato il Paese”. Ora ci dica tutta la verità sull’imbroglio dello spread

Vinyls, “bomba ecologica” alla deriva.

Gruppo d'Intervento Giuridico onlus

anche su La Nuova Sardegna (“Porto Torres, vengono al pettine i nodi di scelte irresponsabili”), 21 giugno 2013

 

 

 

In questa nostra povera Sardegna sempre più Sardistàn, l’oscura isola nel bel mezzo del Mediterraneo, può anche accadere che 500 tonnellate di sostanze cancerogene e altamente pericolose per l’ambiente e per la salute pubblica siano formalmenteabbandonate alla buona volontà di lavoratori senza stipendio e con la certezza del licenziamento dopo la dichiarazione di fallimento della propria azienda entro pochi giorni. Sembra follìa, è solo realtà e – come sempre – supera la fantasia.

View original post 566 altre parole

Sotto il giogo dei potenti!… (Under the yoke of the powerful! …)

Antonio Origgi – L’inconscio per amico (Antonio Origgi – The unconscious friend)

Ascoltare l’inconscio… (Listen to the unconscious …)

Emozioni negative: imparare a dominarle (Negative emotions: learn how to overcome them)

Meditation

Carl Gustav Jung – Transference and Archetypes

James Hillman – Il sapere dell’anima (James Hillman – The knowledge of the soul)

Venezia, obiezione d’indecenza

Il simplicissimus

TYP-459307-4760318-abortoAnna Lombroso per il Simplicissimus

Spesso scrivo di Venezia, per campanilismo dell’anima, si dirà. Ma è che ci sono città che subiscono dei test della barbarie: se resistono, se i cittadini non insorgono, se la comunità mondiale che guarda ad esse  come a tesori preziosi e inimitabili, da curare e conservare, allora tutto è possibile: oltraggi ai monumenti, derisioni della bellezza, affronti agli abitanti.

La polizia che mena e intossica di lacrimogeni cittadini armati di bandiere festosamente irridenti il business bugiardo delle crociere, amministrazioni pubbliche che si fanno comprare da multinazionali delle vacanze in gregge, da vecchi marpioni che vogliono tirar su il loro mausoleo ai danni dell’ambiente e della sicurezza, la chiusura forzata e prepotente di un inoffensivo luogo di incontro di ragazzi, in un bel campo amico della socialità, come se il suono di un “mandolino amplificato” fosse offensivo per la collettività più delle invasioni di turisti per…

View original post 558 altre parole

Afganistan, i talebani della “missione di pace”

Il simplicissimus

afghanistan-morti-tre-militari-italiani-in-un-incidente-stradale-1Come già scrivevano i legionari appena ieri, 2000 anni fa, i veri nemici si trovano a Roma e non nei territori ostili. L’ultimo morto in Afganistan,  è stato salutato dalla ennesima, letale deflagrazione di retorica del milieu politico che al 53esimo caduto non fa che ripetere da anni la squallida bugia della missione di pace, la presa in giro della suprema utilità della missione militare senza la quale ci sarebbero conseguenze peggiori e che bisogna andarsene, ma sempre naturalmente “l’anno prossimo”. Come la famosa crescita.

I veri nemici del contingente italiano sono a Roma dove in un intrico di contraddizioni, incapacità, servilismi portati all’estremo, lampi di idiozia per induzione,  si continuano a spendere valanghe di soldi che non ci sono per una guerra già persa,  disumana e dannosa e in cui ai soldati non si danno mezzi più sicuri, come era stato ventilato, promesso e spergiurato, ma si cerca solo…

View original post 428 altre parole

Cara LaFeltrinelli ti scrivo/ La disoccupazione ingegna

chi ha paura di virginia woolf?

logoRiporto integralmente dal blog di LaValeria questo post con l’augurio che LaFeltrinelli capisca e provveda e la ragionevole certezza che tutti voi possiate condividere il desiderio di questa giovane amica disoccupata e facciate la stessa cosa che ho fatto io, divulgando la sua lettera:

Cara LaFeltrinelli,

sono LaValeria, ho 28 anni vivo a Brindisi, sono laureata con 110 e lode, sono automunita e cervellomunita,  e il mio sogno è lavorare per te.
Da circa 6 anni, ogni mese ti mando il mio curriculum aggiornato con tanto lettera di presentazione megagalattica, dopo queste epistole, che neanche il giovane Werther, pensavo che almeno mi avresti fatto una denuncia per stalking ma niente…non mi pensi e soprattutto non mi vuoi.
Io mi chiedo perchè non mi vuoi? Visto che alle mail non rispondi, ho pensato di scriverti sul mio blog nella speranza che quando (in un attacco di egocentrismo) scriverai il tuo…

View original post 404 altre parole

Bandouille

Doron Art

I always wanted to try a painting holiday and was afraid of the prices, the location or what would happen if the people are strange, the hosts funny, or the tuition not so good. What the teachers would be like, what painting subjects? Will they suit me? Is the food going to be good and would I have time for myself and would I be allowed to paint what I want? many more questions like that… When my friend Danny comes with the idea and the holiday place which he knew, I decided to have a go.

Very quickly I realised that I was too hesitant in the past and should have gone on a holiday like this sometime ago. Mind you I could not comment on other places which I did not try, but I have now discovered, that this is a special place.

We went to ‘Bandouille

View original post 480 altre parole

Frequenze audio per sincronizzare gli emisferi