Ragusa: 13, frustati, annegati, già dimenticati

Il simplicissimus

131924697-cd8ea7ca-aca1-44cd-89f7-eeec76a924aaAnna Lombroso per il Simplicissimus

Sono le 15 e 30 e ancora non ho letto parole di compassione, pietas e comprensione, per non dire di responsabilità o vergogna, da Napolitano o dalla Boldrini o da Letta, che è andato sì a Sant’Egidio, ma  a pregare per le sorti del governo, per i  13 migranti  morti annegati questa mattina nel ragusano mentre cercavano di scappare da un barcone che si è spiaggiato a Scicli. Secondo le prime ricostruzioni, gli immigrati sono stati presi a colpi di cinghia dagli scafisti e costretti a lanciarsi in mare.

Le nostre autorità hanno poco a cuore i sommersi, preferendo occuparsi di salvare altri, loro affini, più impegnativi ma più remunerativi.

La miseria soprattutto se sorprende, se comporta la perdita di piccoli privilegi e miserabili sicurezze, è una cattiva consigliera. Suscita risentimento, diffidenza e invidia, perfino di chi sta peggio, di chi non ha niente perché…

View original post 695 altre parole

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: